Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Rifugio Vittorio Sella

Rifugio Vittorio Sella

17 Settembre 2015 francois.burgay 0 Comments

RIFUGIO VITTORIO SELLA  – NUOVO SENTIERO DESCRIZIONE ITINERARIO

Note caratteristiche: il Rifugio Vittorio Sella, in origine casa di caccia, è stato fatto costruire dal Re Vittorio Emanuele II nel 1861. Fu inaugurato nel 1932 come rifugio alpino e venne dedicato all’alpinista Vittorio Sella. Dispone di 161 posti letto (13 nel locale invernale). Ogni estate è meta di centinaia di escursionisti. Una facile gita che permette di ammirare le bellezze del Parco Nazionale del Gran Paradiso e che offre un panorama sensazionale sulla catena del Gran Paradiso. E’ concreta la possibilità di avvistare camosci, stambecchi e soprattutto marmotte che, ormai abituate alla presenza dell’uomo, si lasciano avvicinare fino a pochi metri. Il percorso si svolge all’inizio e alla fine su una comoda mulattiera reale, vietata all’accesso nel tratto intermedio per il pericolo di frane.
Sito internetwww.rifugiosella.com ; Emailinfo@rifugiosella.com

Download “Tracciato GPS Rifugio V.Sella” Sella-Nuovo1.zip – Scaricato 325 volte – 10 KB

NUOVO ITINERARIO
Località di partenza: Cogne (1506 m.)
Come arrivare a…: …: Da Aosta si prende la SS26 in direzione di Courmayeur seguendo però le indicazioni per Cogne. Usciti da Aosta e passato l’abitato di Sarre, ad un semaforo si svolta a sinistra imboccando la SR45 diretta appunto a Cogne.
Dislivello: 1092 metri
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 3h00
Segnavia: : Alta Via 2
Itinerario: Il nostro percorso parte da Cogne in quanto reputiamo suggestivo l’avvicinamento a piedi fino a Valnontey. Segnaliamo comunque che si può arrivare fino a quest’ultima località in auto risparmiando circa 0h45 di cammino pianeggiante.
Dall’Ufficio per le informazioni Turistiche di Cogne si svolta a destra imboccando una strada asfaltata che costeggia la parte alta del Pratone di Sant’Orso (presenza paline segnaletiche sul lato destro della strada). Si prosegue sul marciapiede fino a quando non si arriva al termine del villaggio (presenza del cartello di fine villaggio) e quindi al termine del marciapiede stesso. Da qui si attraversa la strada e un piazzale di un albergo puntando una poderale che sale per i primi metri in un bel bosco. Quindi si svolta a destra e si prosegue con qualche saliscendi, si passa in una galleria lunga una decina di metri, quindi, in prossimità di Valnontey (1667 m. – 0h45), ci si re-immette sulla strada asfaltata. Qui si segue la strada a destra oltre il ponte, nelle vicinanze dell’hotel “Lou Tsantelet”, da dove parte la mulattiera reale che conduce, tra le altre mete, al Rifugio Vittorio Sella (presenza paline segnaletiche).
Si imbocca questa mulattiera (si costeggia il giardino botanico “Paradisia”) che con ampi tornanti sale dolcemente nel bosco, fino ad arrivare nelle immediate vicinanze di un torrente. La mulattiera fa una svolta a destra, ma, come detto nell’introduzione, vi è una sbarra in legno che vieta l’accesso agli escursionisti per via del pericolo di frane. Si prosegue quindi dritti attraversando il ponte e si inizia a salire sul versante opposto sul nuovo sentiero inaugurato nel 2015 che, con comodi tornanti, risale il crinale erboso. Durante la salita si osserva, a distanza, l’Alpe Pascieux (da dove passava il sentiero vecchio, molto ripido).
Al termine della salita, su traccia sempre molto evidente, si scende di qualche metro in direzione del Torrente Grand Lauson, lo si attraversa su un ponte e si risale sulla sponda opposta andando a riprendere la mulattiera reale che non si abbandonerà fino alla fine (2583 m . 3h00).
Avvisiamo gli escursionisti che il Rifugio Vittorio Sella non si vede fino all’ultimo, ed è posto agli inizi del Vallone pensile del Lauson. Pertanto non si deve essere tratti in inganno da una costruzione posta su un balzo roccioso (Alpe Grand Lauson) che si vede alla propria sinistra una volta attraversato il secondo ponte. Per questo ad un bivio che si incontra a 2489 metri non si imbocca il sentiero che si diparte a sinistra e che attraversa un terzo ponte, bensì si prosegue stando sulla destra e continuando a salire lungo la mulattiera.
Discesa: per il medesimo itinerario di salita (2h00)
Periodo consigliato: da Giugno a Ottobre
Avvertenze & Note: : Itinerario che non presenta pericoli oggettivi, adatto a tutti.
Mete accessorie: Col Lauson (EE – 3296 m.), Col de la Rousse (E, 3190 m.), Casolari dell’Herbetet (EE – 2441 m.), Pointe Rousse de la Grivola (EE/F, 3625 m.), Pointe Noire de la Grivola (EE/F, 3683).
Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Settembre 2015

Cartografia: L. Zavatta – Carta dei Sentieri n°10 – 1:25000 – Escursionista Editore
Bibliografia: L. Zavatta – Le Valli del Gran Paradiso e la Valgrisenche – Escursionista Editore – 2003 – pp. 38, 39

Download “Tracciato GPS Rifugio V.Sella” Sella-Nuovo1.zip – Scaricato 325 volte – 10 KB

#cogne#itinerario#nuovo itinerario#percorso#rifugio vittorio sella#sentiero nuovo#tracciato gps#valnontey

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *