Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Rifugio Oratorio di Cuney

16 settembre 2015 francois.burgay 0 Comments

RIFUGIO ORATORIO CUNEY  – DESCRIZIONE ITINERARIO

Note caratteristiche: il piccolo e accogliente Rifugio di Cuney sorge all’interno di uno spettacolare circo di montagne. Escursione facile in una vallata non molto conosciuta.Il Rifugio sorge a fianco del Santuario Mariano più alto d’Europa. E’ punto tappa dell’Alta Via 1.

Download “Tracciato GPS Rifugio Oratorio di Cuney” rifugio_oratorio_cuney.zip – Scaricato 235 volte – 38 KB

Caratteristiche del Rifugio:

Sito Internet: http://www.rifugiocuney.it/
Telefono: +39 0165/770049
Email: rifugiocuney@libero.it
Posti letto: 25
Prezzi (2013): da 19,00 €uro per il solo pernottamento a 47,00 €uro per la pensione completa. Sconti per Soci CAI e comitive

ITINERARIO
Località di partenza: Porliod (1667 m.)
Come arrivare a…: Da Aosta si prende la SS26 in direzione di Nus per poi seguire le indicazioni per Lignan (Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta). Raggiunto l’abitato di Lignan, si prosegue lungo la strada che risale un pendio erboso fino a raggiungere un vasto parcheggio in prossimità di un’area pic-nic. Qui si abbandona la propria vettura
Dislivello: 798 metri
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 2h15
Segnavia: 11
Itinerario: dal parcheggio, si risale la strada poderale alla destra delle paline segnaletiche (oppure si imbocca la mulattiera alla sinistra) e si raggiunge in circa 5 minuti l’Alpe Artset. Superate le abitazioni, si piega a sinistra per imboccare un sentiero (presenza di paline segnaletiche) e si inizia una salita piuttosto ripida che si sviluppa dapprima tra ampi prati e poi all’interno di un bel bosco di larice deciduo. Dopo il primo tratto di salita, si intercetta una strada poderale, la si attraversa e si prosegue su sentiero risalendo degli ameni pendii erbosi che conducono alla Tza Fontaney (2323 m. – 0h45). Da qui il panorama spazia su tutte le vette della valle centrale (Grivola, Emilius, Tersiva) e sul Monte Rosa (Breithorn, Polluce e Castore le vette più facilmente riconoscibili).
Si transita a fianco dell’alpeggio e si prosegue su un largo sentiero che procede a mezza costa al di sotto della Becca di Fontaney. Superando un piccolo pianoro, all’unica deviazione presente sul percorso, si volta a sinistra ignorando il sentiero 11d che si dirige inequivocabilmente verso il vicino Monte Morion e ci si dirige verso il Col Salvé (2.572 m – 1h30) distinguibile fin dal basso da un’alta croce lignea.
Dal Colle si perde leggermente quota attraversando splendide vallette caratterizzate da rocce bianche, si ignora la deviazione alla propria sinistra (sentiero 11c, che scende verso Porliod) e alla propria destra (Alta Via 1, verso il Col Chaleby) e si prosegue dritti fino ad un altro bivio. Qui si può decidere di proseguire mantenendosi sulla sinistra su un sentiero a tratti esposto, ma attrezzato con catene, oppure scendere di qualche metro mantenendosi sul tracciato ufficiale 11 (e dell’Alta Via 1). In questo secondo caso, si perde quota che si dovrà riguadagnare prima di raggiungere il rifugio.
Se si scegliere di proseguire sul sentiero esposto (denominato “Passet”), si arriverà proprio sotto il Rifugio (2662 m. – 2h15) avendo cura, all’unico bivio che si incontra, di voltare a sinistra (presenza bollo giallo dell’Alta Via 1).

Discesa: per il medesimo itinerario di salita (1h30), oppure raggiungendo la sottostante strada poderale seguendo l’Alta Via 1 ed il sentiero 11 in direzione del Col Salvé, per poi deviare a sinistra una volta che si “sorvola” un alpeggio ristrutturato seguendo un sentiero senza segnavia. Raggiunta la poderale la si segue fino a incrociare il sentiero 11c, quindi si devìa a sinistra tagliando per pascoli e mantenendosi sullo stesso sentiero (che in un unico tratto coincide con la strada poderale) fino a raggiungere il parcheggio (2h00).
Periodo consigliato: da Giugno a Ottobre
Avvertenze & Note: il “Passet” risulta abbastanza esposto in due brevi tratti opportunamente attrezzati con catene. Chi dovesse soffrire di vertigini oppure chi non ha sufficiente esperienza in montagna, è caldamente invitato a percorrere il sentiero tradizionale privo di qualsivoglia difficoltà tecnica.

Mete accessorie: Lago de l’Ermite (0h05′ dal Rifugio), Becca Fontaney (1h00 dal Rifugio).

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 31 Luglio 2013

Cartografia: L. Zavatta – Carta dei Sentieri  – 1:25000 – Escursionista Editore

Coordinate GPS punti clou:
Artset: N45 48.176 E7 29.641 – 1920 m
Tza Fontaney: N45 48.864 E7 29.021 – 2323 m
Col Salvé : N45 49.674 E7 29.293 – 2572 m.
Rifugio Oratorio di Cuney: N45 50.488 E7 29.075 –2 662 m
Lac de l’Ermite: N45 50.614 E7 28.878 – 2716 m

Download “Tracciato GPS Rifugio Oratorio di Cuney” rifugio_oratorio_cuney.zip – Scaricato 235 volte – 38 KB

#cuney#itinerario#oratorio#rifugio

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

Previsioni meteo


Meteo Aosta