Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Petit Tournalin

Petit Tournalin

31 Agosto 2016 francois.burgay 0 Comments

PETIT TOURNALIN – DESCRIZIONE ESCURSIONE

Note caratteristiche: l’itinerario qui descritto per il Petit Tournalin segue un sentiero diverso dai percorsi classici con partenza da St. Jacques. Tuttavia, consideriamo questo avvicinamento migliore di quello tradizionale sia perché permette di smorzare l’importante dislivello della salita (più chilometri) e sia perché, dal Col Vascotchaz si può ammirare un panorama sul Monte Rosa quasi senza eguali in Val d’Ayas.

Download “Petit-Tournalin.zip” Petit-Tournalin.zip – Scaricato 86 volte – 13 KB

ITINERARIO PETIT TOURNALIN

Località di partenza: Mandrou (1856 m.)
Durata: 5h30
Dislivello: 1318 metri
Pendenza media: 21.1%
DifficoltàEE
Segnavia: 3-3D-D3
Itinerario per il Petit Tournalin: Parcheggiata la propria automobile a Mandrou, si imbocca il sentiero 3 (palina segnaletica) in prossimità dell’unica fontana presente nel paese. Qui, si risale tra le case e si sbuca, qualche metro più in alto, su una strada poderale. Quindi si piega a destra per poi sterzare a sinistra lungo una ripida salita. Al termine di questo primo tratto abbastanza faticoso, si intercetta il Ru Courtod. Lo si attraversa su comoda passerella e si prosegue in direzione Nord-Ovest puntando un costone erboso che si risale in diagonale. Aggirato il costone si arriva in prossimità dell’Alpe Vascoccia (2245 m – 1h00).
Si aggira l’Alpe Vascoccia e si punta in direzione Nord abbandonando una strada poderale (che conduce al Bec di Nana, presenza cartello in legno) per deviare quindi a destra. La salita fino al Colle Vascoccia (2569 m – 2h00) risulta molto ripida ed impegnativa, per quanto non tecnicamente difficile.
Qualche metro dopo la sella del Colle si può godere di un panorama mozzafiato su tutto il Massiccio del Monte Rosa: si consiglia una sosta per apprezzare al meglio questo spettacolo naturale.
Dal Colle il sentiero prosegue e taglia una piccola pietraia per risalire nuovamente e aggirare un costone erboso. La discesa dal versante opposto può essere difficoltosa in caso di pioggia o terreno scivoloso: si prega quindi di porre la massima attenzione. La pista continua sul versante opposto in falsopiano tagliando il ripidissimo crinale del Bec di Nana che si affaccia sull’omonimo vallone.
Senza ulteriori difficoltà e su sentiero ben tracciato si raggiunge quindi la traccia dell’Alta Via 1 che, risalendo dal Rifugio Tournalin, conduce al Col di Nana (2784 m – 3h00). Tuttavia, non si raggiungerà il Colle, bensì si devierà un centinaio di metri prima verso destra seguendo l’indicazione del sentiero D3 (o 3D. Riporteremo nel seguito entrambe le diciture). La traccia all’inizio non risulta particolarmente evidente, ad ogni modo è impossibile non notare un enorme ometto di pietra in direzione Nord-Est che aiuta nell’orientamento. La traccia, diventa quindi progressivamente più chiara e conduce verso una pietraia caratterizzata generalmente da massi piuttosto stabili. Senza percorso obbligato, ma aiutandosi con i numerosi bolli gialli, la si supera per addentrarsi in uno splendido valloncello erboso con isolate rocce rotte o massi più grandi sparpagliati qua e là. La pendenza del sentiero fino a questo punto non è eccessiva, ma la pacchia finisce presto quando la traccia inizia la lunga ed estenuante risalita del versante Sud-Ovest del Petit Tournalin. Sebbene la traccia sia sempre molto chiara (anche se non univoca), la salita è caratterizzata da terreno friabile ed instabile: prestate attenzione anche a non smuovere massi.
A circa 60 metri di dislivello dalla vetta, la traccia piega verso sinistra, quindi introduce ad una dorsale caratterizzata da grossi massi rotti. La si risale piegando a destra fino a raggiungere la piccola croce di vetta in legno posta sulla cima del Petit Tournalin (3207 m. – 5h30).

Discesa dal Petit Tournalin: per il medesimo itinerario di salita fino al bivio Alta Via 1 – D3-3D. Dopodiché consigliamo di scendere seguendo l’Alta Via 1 fino al Rifugio Grand Tournalin. Da qui, in corrispondenza di alcune paline segnaletiche collocate alla sua sinistra, si continua a scendere su bel sentiero. Si interseca la strada poderale un paio di volte, per poi costeggiare sul lato orografico destro il Torrente di Nana. Al termine del sentiero si raggiunge una pista erbosa che dopo poco incrocia una strada poderale. Ci si mantiene sul lato destro (ignorando da qui in avanti i segnavia dell’Alta Via 1) per continuare a scendere. Dopo un centinaio di metri si guadagna un bivio (all’altezza di un alpe diroccata): si imbocchi la pista erbosa più alta alla propria destra. Questa strada poderale vi porterà fino ad un ulteriore bivio (attenzione) caratterizzato dalla presenza di un pannello informativo del Ru Courtod che osserverete alla vostra sinistra. Raggiungetelo e imboccate un ripido sentiero che scende in direzione del canale scoperto. Deviate a destra e seguite il corso d’acqua fino al punto in cui lo avevate intercettato all’andata (presenza di pannello informativo). Voltate a sinistra e ritornerete a Mandrou seguendo lo stesso itinerario dell’andata (3h30).
Periodo consigliato: da Luglio a Settembre
Avvertenze & Note:l’itinerario fino alle immediate vicinanze del Col di Nana non presenta difficoltà di sorta. La salita al Petit Tournalin invece richiede prudenza specialmente nell’attraversamento della pietraia iniziale e soprattutto al ripido sentiero che risale il versante Sud del Monte. Da sottolineare inoltre come sia il Petit Tournalin che il Grand Tournalin agiscano da “calamite” per le nuvole e spesso sono avvolti dalle stesse. Essendo entrambi caratterizzate da rocce ferrose (rosse), è caldamente consigliato rinunciare alla salita qualora le condizioni del meteo peggiorassero.
Mete accessorie: Grand Tournalin (EE – 1h00).
Ultimo aggiornamento:  Mercoledì 17 Agosto 2016

Download “Petit-Tournalin.zip” Petit-Tournalin.zip – Scaricato 86 volte – 13 KB

#ayas#petit tournalin

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *