Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Lago Blu (Ayas)

Lago Blu (Ayas)

24 Settembre 2015 francois.burgay 0 Comments

LAGO BLU (AYAS)  – DESCRIZIONE ITINERARIO RACCHETTE DA NEVE/CIASPOLE

Note caratteristiche: bell’anello non eccessivamente impegnativo che permette di gustare un panorama mozzafiato: il Monte Rosa che domina con la sua mole il Pian di Verra. L’intero tracciato è sempre molto frequentato ed è stato recentemente segnalato da paline di colore rosso.

ITINERARIO
Località di partenza: Saint Jacuqes (m. 1850)
Come arrivare a…: per arrivare a St. Jacques occorre arrivare fino a Verrès con la A5. Dopodiché, all’uscita del casello, si segue l’indicazione stradale (Val d’Ayas) posta nei pressi della prima rotonda e si imbocca la SR 45 per 30.3 km (tempo di percorrenza medio: 34 minuti)
Tempo di percorrenza: 3h15
Dislivello: 335 m.
Segnavia: Traccia 1
Itinerario: Parcheggiata la propria vettura nel parcheggio adiacente la chiesetta di Saint-Jacques si prosegue a piedi lungo la strada asfaltata che costeggia il torrente Evançon seguendo le paline segnaletiche di colore giallo. Giunti al termine della strada, si svolta a sinistra su un ponte, quindi si raggiunge un piccolo spiazzo dove è opportuno calzare le proprie racchette da neve. Da qui inizia una salita piuttosto ripida che conduce in breve ad una biforcazione. Si svolta a destra e si prosegue in un bel bosco di conifere in direzione di Fiery.
Appena prima del villaggio però si devìa a destra (presenza di paline segnaletiche) per imboccare la traccia che condurrà fino al Pian di Verra Inferiore. Una deviazione a Fiery è comunque consigliata anche per godersi un discreto panorama sull’alta Val d’Ayas.
Dopo circa 1h30 dalla partenza, la pendenza diminuisce e tra gli alberi iniziano a vedersi le cime del Castore e del Polluce. Un piccolo assaggio di quello che si vede una volta che gli alberi scompaiono definitivamente (2050m – 1h30).
Continuando dritti si arriva alle baite del Pian di Verra, ottimo punto tappa per godersi il sole ed il panorama.
Si continua a marciare fino ad arrivare al termine dell’altopiano. Deviando a destra, seguendo cioè la strada interpoderale, si raggiunge in circa un’ora il Pian di Verra superiore, mentre stando sulla sinistra ed imboccando una sempre evidente traccia, si arriva al Lago Blu. La salita in questo tratto risulta essere piuttosto impegnativa. Al termine di essa, si passa sopra un ponticello e si raggiunge il Lago (2185 m. – 2h00) .
A questo punto si prosegue dritti risalendo una ripida dorsale che conduce ad un pianoro, si attraversa un secondo ponticello e si inizia a scendere ricongiungendosi così alla strada poderale che sale al Pian di Verra superiore (ne abbiamo parlato precedentemente). Si scende così fino al Pian di Verra inferiore tenendosi però sul lato sinistro del Piano, più in prossimità del Torrente di Verra. Si attraversa un altro ponte e si prosegue seguendo un sentiero con numerosi saliscendi fino a Résy dove, anche nel periodo invernale, il Rifugio Ferraro è aperto e permette così agli escursionisti di godersi una cioccolata calda (2086 m. – 2h45).
Da qui si scende verso Saint-Jacques arrivando alla Chiesa del paese. (3h15)
Discesa: : itinerario circolare
Periodo consigliato: da Dicembre a Marzo
Avvertenze & Note: : itinerario non difficile tecnicamente che richiede però un discreto allenamento soprattutto nell’affrontare le salite dal Pian di Verra Inferiore al Lago Blu.
Mete accessorie: Pian di Verra Superiore raggiungibile dal Pian di Verra Inferiore seguendo l’evidente strada interpoderale oppure seguendo la stessa strada una volta scesi dal Lago Blu (vedi descrizione dell’itinerario)

Ultimo aggiornamento: Sabato 1 Maggio 2010

Cartografia: L. Zavatta – Carta dei Sentieri n°8 – 1:25000 – Escursionista Editore
Bibliografia: : M. Martini – Tracce Lievi – Martini Multimedia Editore – 2007 – pp. 58-59; S. Fontanelle, G. Gianfredi, E. Greco, S. Grosso – Neve Libera – Edizioni Versante Sud – 2001 – pp. 81

#ayas#ciaspole#lago blu#racchette da neve#verra

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *