Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Laghi Miserino

Laghi Miserino

17 Settembre 2015 francois.burgay 0 Comments

LAGHI MISERINO – DESCRIZIONE ITINERARIO

Note caratteristiche: isolati e poco conosciuti, i Laghi Miserini si trovano in una conca sospesa ai lati del Vallone dell’Urtier. Per chi è in cerca della più totale solitudine e di paesaggi fuori dal comune, questa destinazione è molto consigliata. Concrete possibilità di avvistare camosci e stambecchi. 

Download “Laghi Miserino” miserini.zip – Scaricato 148 volte – 12 KB

ITINERARIO
Località di partenza: Lillaz (1511 m.)
Come arrivare a…: Da Aosta si prende la SS26 in direzione di Courmayeur seguendo però le indicazioni per Cogne. Usciti da Aosta e passato l’abitato di Sarre, ad un semaforo si svolta a sinistra imboccando la SR45 diretta appunto a Cogne. Si raggiunge Cogne, quindi si prosegue dritti fino a raggiungere Lillaz. Si lascia la propria auto nel parcheggio.
Dislivello: 1174 metri
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 3h30
Segnavia: AV2 – 13 – 13C
Itinerario: dal parcheggio di Lillaz, si prosegue seguendo delle paline segnaletiche su una strada in direzione EST fino a raggiungere, dopo poco, un’ulteriore palina segnaletica recante le destinazioni per l’Alta Via 2. Si devia quindi a sinistra per cominciare un tratto di salita che permette di rimontare sul lato orografico destro, le poderose cascate di Lillaz. Prima di raggiungere il tratto sommitale pianeggiante, si interseca la strada poderale che conduce al Rifugio Peradza e un’altra deviazione successiva che conduce alla palestra di roccia: si ignorano queste deviazioni e si continua a procedere in direzione NORD seguendo, in alcuni punti, l’evidente condotta verde dell’acqua.

Arrivati alla sommità, il sentiero piega nuovamente ad EST e con percorso pianeggiante introduce all’ampio Vallone dell’Urtier. Con qualche saliscendi, vero e proprio leit-motiv dell’intera escursione, si raggiunge l’Alpe Goilles (1836 m. – 0h30), la si fiancheggia e dopo poco si supera un ponte in prossimità di una centralina idroelettrica (cascata). Il percorso ora, con pendenza mai eccessiva, si sviluppa in uno splendido lariceto che prelude al Vallone di Bardoney, dove vi è collocata una palina segnaletica recante le indicazione per l’apposito Alpeggio (2144 m – 1h25). Si ignora la traccia che risale il Vallone, quindi si piega a sinistra per perdere qualche metro e attraversare su comoda passerella un torrente. Ci si porta sul versante opposto dove si riprende a salire, si fiancheggia il Casotto PNGP di Teppelonghe, quindi, dopo essersi gustati i suggestivi scorci sulle vette che caratterizzano il Vallone di Bardoney, si rientra nel Vallone dell’Urtier con sentiero a mezzacosta.

Dopo aver ignorato alla propria destra il bivio per Acque Rosse, si procede per delle zone umide, si attraversano dei comodi ponti e, dopo aver ignorato la successiva deviazione a sinistra per l’Alpe Broillet, si raggiunge senza ulteriori problemi il Bivio per i Laghi Miserini (2474 m. – 2h45) marcato da evidenti paline segnaletiche. Qui si abbandona definitivamente l’Alta Via 2, per piegare a destra in direzione SUD. Si attraversa un’ulteriore zona acquitrinosa, quindi si rimonta su sentiero a tratti non del tutto evidente, un dosso erboso. Con percorso mai eccessivamente impegnativo, si raggiunge il Bivio per il Colle dell’Arietta: si ignora la traccia alla sinistra e si procede dritti su sentiero che perde quota, si attraversa un corso d’acqua, quindi si intraprende un’ultima dura salita tra rocce montonate e terreno instabile, ma sempre ben segnalato da bolli gialli e ometti, che permette di superare il costone roccioso che “nasconde” i Laghi Miserini (2684 m. – 3h30) sovrastati dalla Pointe Noire a destra e dalla Pointe Miserino a sinistra (guardando il Colle Miserino).

Il sentiero sbuca in prossimità del Lago più grande. Il lago più piccolo, talvolta ghiacciato anche in periodo estivo, si scopre salendo senza alcuna difficoltà, la collinetta erbosa che si trova alla destra orografica del Lago.

Discesa: Per il medesimo itinerario di salita (2h30)
Periodo consigliato: da Luglio a Settembre
Avvertenze & Note: il percorso risulta molto lungo, ma privo di difficoltà oggettive. Il tratto compreso tra il Bivio per i Laghi Miserini e i laghi stessi risulta estremamente poco frequentato.

Mete accessorie: Colle Miserino (0h35 dai laghi, EE: continuate a seguire i segnavia gialli che passano in mezzo ai due laghi più grandi e salendo lungo una pietraia, a tratti di materiale abbastanza incosistente, raggiungete il colle Miserino. Se siete fortunati e non vi sono nuvole basse potrete godere di una balla vista sul vallone piemontese del Rancio, che si stacca dal vallone dell’Azaria a monte di Campiglia Soana. Dal colle godrete una bella vista d’insieme dei laghi Miserino. Il rientro si effettua sul tragitto dell’andata. Descrizione tratta da http://www.rifugiosogno.com/)
Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Agosto 2013

Cartografia: L. Zavatta – Carta dei Sentieri– 1:25000 – Escursionista Editore

Bibliografia: : L. Zavatta Le Valli del Gran Paradiso e la Valgrisenche – Escursionista Editore – 2003 – pp. 47, 48, 49 

Coordinate GPS punti clou:
Alpe Goilles: N45 35.856 E7 24.6026 – 1836 m.
Bivio Bardoney: N45 35.385 E7 26.070 – 2144 m,
Bivio Acque Fredde : N45 35.686 E7 27.222 – 2364 m.
Bivio Laghi Miserini : N45 35.641 E7 28.499 – 2474 m.
Laghi Miserini : N45 35.061 E7 28.265 – 2684 m.

Download “Laghi Miserino” miserini.zip – Scaricato 148 volte – 12 KB

#cogne#descrizione#itinerario#laghi#lago#miserini#miserino#percorso

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *