Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Corno Bussola

Corno Bussola

31 agosto 2016 francois.burgay 0 Comments

CORNO BUSSOLA – DESCRIZIONE ESCURSIONE

Note caratteristiche: il Corno Bussola è uno dei numerosi 3000 della Valle d’Ayas che permette una splendida visuale sul Massiccio del Monte Rosa e sulle principali vette della suddetta valle. Il percorso di salita è impreziosito dal passaggio vicino ai Laghi di Palasinaz.

Download “Corno-Bussola.zip” Corno-Bussola.zip – Scaricato 106 volte – 13 KB

ITINERARIO
Località di partenza: Estoul (1874 m.)
Durata: 3h40
Dislivello: 1171 metri
Pendenza media: 13.4%
DifficoltàEE
Segnavia: 5-105-3D-3C
Itinerario: dal parcheggio di Estoul si imbocca una strada sterrata ben segnalata da una palina segnaletica. Si ignora la primissima strada alla propria destra e si prosegue in direzione OVEST fino a raggiungere un successivo bivio. Qui si deve piegare verso destra sempre su strada sterrata. A 1901 metri ci si mantiene sulla sinistra ignorando la strada poderale che si biforca alla propria destra per proseguire su pista forestale più verdeggiante fino ad arrivare in prossimità degli alpeggi di Fontaine. A questo punto si abbandona la strada poderale e si devia decisamente a destra in modo da risalire su sentiero piuttosto ripido una dorsale erbosa. Terminata la salita si intercetta nuovamente una strada poderale. Si devia a sinistra e la si segue pedissequamente fino a raggiungere e superare l’Alpe Chavanne dopo una stretta serie di tornanti che possono essere bypassati da opportuni sentierini. Al termine del tratto in piano successivo all’Alpe Chavanne, si volta a destra ignorando la strada che scende verso il Bosco di Mandaz. Adesso il percorso si fa pianeggiante e, ignorata la successiva deviazione verso destra che conduce al Lago Litteran, perde quota fino a raggiungere il Grand Torrent ed un’ulteriore palina segnaletica (2231 m. – 1h30).
Si ignora la strada che sale alla propria destra e si piega a sinistra per risalire il versante orografico destro della vallata seguendo talvolta la strada poderale, talvolta una traccia di sentiero che permette di accorciare i percorso.
Sempre su traccia molto evidente si raggiungere il primo dei laghi di Palasinaz: il Lago Battaglia (2484 metri – 2h00). Questo lago deve il suo nome ad uno scontro avvenuto sulle sue rive durante la guerra dei Trent’anni.
Si supera l’emissario del lago su un bel ponticello in pietra per continuare verso sinistra (Nord-Ovest) sul versante opposto fino a raggiungere il punto di congiunzione tra quest’ultimo ed il Lac Vert. Raggiunto il bivio si piega a destra e si inizia a risalire in direzione del Colle di Palasinaz (2661 m. – 2h30) toccando le rive del Lac du Couloir (2607 m.).
Raggiunto il Colle di Palasinaz, oltre allo splendido panorama che si apre di fronte ai propri occhi, si imbocca il sentiero 3D visibile alla propria sinistra e che procede, almeno nei primi metri, pianeggiante in direzione Nord. La traccia compie quindi un tornante verso Sud e con pendenza non eccessiva risale il dorsale erboso della Pointe du Lac. Da questo punto in avanti il sentiero si articola di numerosi saliscendi anche su terreno instabile e leggermente esposto. Due tratti attrezzati aiutano l’escursionista a superare alcuni elementari passaggi rocciosi.
Giunti al cospetto del Corno Bussola, il sentiero si ricongiunge alla “via normale” (3C) seguendo un traverso su terreno detritico. Raggiunto il sentiero 3C, si piega a destra e con fatica si raggiunge la cima del Corno Bussola (3023 m. – 3h45).

Discesa: per lo stesso itinerario di salita fino al bivio 3C-3D. Qui, anziché deviare a sinistra in direzione del Colle di Palasinaz, si prosegue dritti su traccia sempre molto evidente fino a raggiungere il sottostante Lago Lungo (si transita alla sua sinistra) e, dopo una precipitosa discesa, il Lago Pocia (alla propria destra). Si prosegue sempre in direzione Sud-Est fino a ricongiungersi con il sentiero 105 in prossimità del Lago Battaglia. Da qui il percorso segue quello di salita (2h00).
Periodo consigliato: da Giugno a Settembre
Avvertenze & Note: consigliamo di salire per il Colle di Palasinaz e scendere per la “via normale” sia perché la pendenza media risulta sensibilmente inferiore, sia perché alcuni tratti di cresta sono abbastanza delicati per via della ripidezza e del terreno friabile che li caratterizza. A nostro modo di vedere, affrontarli in salita risulta più “semplice” che in discesa.
Mete accessorie:Colle di Nana (EE – 0h45) seguendo la cresta Nord.
Ultimo aggiornamento:  Mercoledì 17 Agosto 2016

Download “Corno-Bussola.zip” Corno-Bussola.zip – Scaricato 106 volte – 13 KB

#ayas#brusson#corno bussola

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *