Escursioni in Valle d'Aosta

Escursioni e Trekking in Valle d'Aosta

Col des Bornes

Col des Bornes

24 Settembre 2015 francois.burgay 0 Comments

COL DE BORNES  – DESCRIZIONE ITINERARIO RACCHETTE DA NEVE/CIASPOLE

Note caratteristiche: Semplice e breve escursione che permette di raggiungere il suggestivo Col des Bornes. Notevoli gli scorci panoramici sulle vette della Valle Centrale.

ITINERARIO

Località di partenza: Cheresoulaz (1478 m)
Come arrivare a…: dall’autostrada A5 si esca a Chatillon e si imbocchi la SS 26 in direzione Aosta fino all’abitato di Chambave. Qui seguire le indicazioni per Verrayes e Area Pic-Nic di Champlong. Arrivati all’abitato di Cheresoulaz si continua in direzione del Lago di Lozon, parcheggiando la propria auto, appena dopo aver svoltato a sinistra seguendo l’indicazione per il lago, ai margini della strada.
Tempo di salita: 0h50
Dislivello: 319 metri
DifficoltàT
Segnavia: : 12a
Itinerario: : Si parcheggi la propria vettura nelle vicinanze di una visibile palina segnaletica gialla recante le indicazioni per “Col des Bornes”, sentiero 12a. Si imbocca la strada poderale innevata e si continua a salire senza difficoltà ai lati di un canale ghiacciato. Lo si costeggia fino a raggiungere un’abitazione ristrutturata ai margini di una pista forestale. Si imbocca questa strada deviando a destra e fiancheggiando l’abitato dall’alto, quindi, una volta terminata, si punta in direzione dell’Alpeggio di Vernaz attraversando ampie praterie senza percorso obbligato. Da Vernaz si punta verso il caseggiato superiore (Bornel) anche qui senza percorso obbligato oppure seguendo la traccia forestale. Raggiunto il grande alpeggio, lo si supera e si arriva finalmente al Col des Bornes dal quale è possibile vedere la suggestiva pista di fondo e, tra gli alberi, il Cervino.
Discesa: per il medesimo itinerario di salita (0h30)
Periodo consigliato: da Dicembre a Marzo
Avvertenze e Note : Itinerario che non presenta pericoli oggettivi e adatto ai neofiti. Di interesse panoramico. Se si vuole procedere fino alla Becca d’Avers o alle panchine occorre leggere con attenzione i bollettini nivometeorologici.
Mete accessorie: Becca d’Avers (EE – 3h00) da percorrere però solamente in caso di neve assestata in quanto i versanti di questa cima, essendo esposti a Sud, sono estremamente valanghivi. E’ comunque possibile continuare dal Col des Bornes fino al raggiungimento di un area pic-nic (E – 1h00) in un bel bosco, seguendo le indicazioni per la Becca d’Avers e quindi svoltando a sinistra in un fitto bosco, molto suggestivo con la neve. Si prosegue con percorso pianeggiante per i primi dieci minuti di marcia, dopodiché si svolta a destra puntando la cima. Il percorso quindi si fa via via più ripido fino a raggiungere una radura dove si trovano alcune panche in legno ed un tavolo. Da qui non è più possibile proseguire in caso di neve non assestata.
Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Dicembre 2009

Cartografia: L. Zavatta – Carta dei Sentiero n°13 – 1:25000 – Escursionista Editore
Bibliografia: M. Martini – Tracce Lievi – Martini Multimedia Editore – 2007 – p. 86-87

#cheresoulaz#ciaspole#col des bornes#descrizione#escursione#itinerario#racchette da neve

Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *